STUDIARE CON ALLEGRIA

ARCHITETTURA | IVANHOE

La Ivanhoe Grammar School sorge in una zona periferica dell’omonima città australiana. Per l’impianto architettonico generale, lo studio McBride Charles Ryan ha optato per un corpo cilindrico uniforme e scuro, chiuso verso un contesto senza qualità.

In un punto della facciata, uno squarcio super-cromatico, che conduce a un cortile dalle forme sbalorditive: i prospetti che vi si affacciano sono asimmetrici e colorati con toni vivaci e contrastanti.

Quelle superfici arcobaleno traducono una visione serena e accogliente della didattica, ma formano anche la scena per l’aggregazione durante il tempo libero, secondo una tradizione tutta anglosassone.

Il color block è giocato su geometrie sghembe e dinamiche. Le colorazioni sono applicate su principalmente su lastre metalliche verniciate a polvere, che rivestono anche i soffitti dei porches.

ARANCIO CINETICO

PARKING | SANTA MONICA

Il parcheggio fuori terra è un tema progettuale ibrido: ha un carattere strettamente tecnico ma deve assumere il più possibile le sembianze di un normale edificio.

Una soluzione assai brillante è stata individuata dal workshop Behnisch Architekten + Studio Jantzen a proposito del nuovo Parking pubblico di Santa Monica, in California, dove i progettisti hanno giocato in senso cromatico per il trattamento del prospetto.

Il volume rimane semi-aperto grazie a una schermatura modulare in lamiera bianca traforata, a filo-facciata. A conferire una forte personalità alla superficie verticale, una sequenza di pannelli triangolari a sbalzo. Il loro orientamento asimmetrico, unito alla variazione progressiva del colore tra giallo e rosso, crea un vero e proprio piano cinetico. Anche la scala esterna, con parapetto rosso fuoco, decreta la valenza cinetica di questa architettura dal forte contenuto cromatico.

CELLULE DI VETRO

SCULTURA | JIYONG LEE

La magia del vetro deriva proprio dall’uso inconsueto del colore. Se siamo abituati alla tinta piena, qui viene sfumata con un effetto frosty. Questa soluzione è opera dell’ingegno artistico di Jiyong Lee, che vive e lavora nell’Illinois.

La serie intitolata “Segmentazione” è ispirata dal fascino esercitato dai processi trasformativi della cellula. L’artista dichiara che «il vetro ha trasparenza e traslucenza, due qualità che fungono da metafore perfette per ciò che è noto e ignoto riguardo alle scienze della vita. Le forme segmentate e geometriche del mio lavoro rappresentano cellule, embrioni, strutture biologiche e molecolari».

La serie Segmentation è sottile e silenziosa ma strutturalmente complessa. Il vetro solido viene lavorato a freddo mediante taglio, laminazione, intaglio e processi di raffinazione.

Le facce colorate giocano attraverso i corpi traslucidi, creando uno splendore opulento.