IL LEGNO NON HA COLORE

CULTURA DEI MATERIALI | LEGNO

Questa volta non proponiamo una recensione di un lavoro, ma semplicemente una riflessione. La bellezza della materia viene percepita come un fatto autonomo dalle sue peculiarità cromatiche. O forse proprio in virtù di quello. Insomma, un materiale è bello e basta.

Nell’immaginario di tutti noi il legno viene considerato intramontabile e portatore di conforto visivo, capace di legarci alla natura ancestrale. E difatti è una materia versatile, che si è adattata ai mutamenti del gusto e dello stile nonché alla trasformazioni delle tecnologie di lavorazione, tanto che continua a essere molto presente nella progettazione contempranea.

Il legno non ha colore. È legno e basta. Non è marrone. È semplicemente color legno, con tutte le sue venature, sfumature e declinazioni. Tanto facile da interpretare e applicare, tanto difficile da classificare in senso cromatologico. E si abbina a tutto, dai contesti più avveniristici a quelli più tradizionali.

UN DRAGO SULLA COLLINA

ARCHITETTURA | BILBAO ARENA

Alla periferia di Bilbao sorge la nuova arena, completata di recente su progetto dello studio ACXT. La compattezza visiva dell’edificio è dovuta alla “cintura” curvilinea che completa la prozione superiore della facciata. Tuttavia, esso si presenta nel paesaggio periurbano in terni dinamici poiché, trovandosi su una piccola collina, viene percepito dal basso verso l’alto.

Il rivestimento è costituito da migliaia di squame rombiche in acciaio verniciato in cinque tonalità di verde (con inflessioni verso il giallo), tanto da farlo sembrare un gigantesco drago sport-friendly. Qua e là, la texture è ”inquinata” da moduli gialli o rossi. Quel rivestimento lambisce i corridoi esterni ed è montato a secco su una struttura in ferro aerata.