LA STRADA IN UNA STANZA

STREET ART | COLORS FESTIVAL PARIS

Colors Festival Paris è il primo nella capitale francese: un edificio in Avenue de la République in attesa di ristrutturazione è stato rilevato da 45 artisti di strada, capitanati da Combo. Per questa prima edizione, Novaxia Investissement (azienda con una missione di investimento nel riciclo urbano) ha accolto questo progetto folle e innovativo (organizzato in sole 2 settimane) mettendo a disposizione dei writer due piani dell’edificio per un totale di 400 mq.

Ciascun artista si è “appropriato” di uno spazio (una porta, un angolo, un’intera stanza, un’alcova, una scala, ecc.) e lo ha invaso con installazioni coloratissime, in cui lo spettatore diventa attore nel quadro.

La sequenza continua di opere XXL che non lasciano libero un solo centimetro quadrato di pareti, soffitti e finiture, genera un luogo di espressione libera, una vera esperienza immersiva fruibile da pubblico fino al 30 giugno.

 

Colors Festival Paris is the first in the French capital: a building on Avenue de la République awaiting renovation has been taken over by 45 street artists, led by Combo. For this first edition, Novaxia Investissement (a company with an investment mission in urban recycling) welcomed this crazy and innovative project (organized in just 2 weeks) by making two floors of the building available to writers for a total of 400 square meters.

Each artist has “appropriated” a space (a door, a corner, a whole room, an alcove, a staircase, etc.) and has invaded it with colorful installations, in which the viewer becomes an actor in the painting.

The continuous sequence of XXL works that do not leave a single square centimeter of walls, ceilings and finishes free, generates a place of free expression, a true immersive experience that can be enjoyed by the public until June 30.

DALL’AZZURRO AL GIALLO

RETAIL | TIFFANY

Tiffany & Co. ha portando il tema del pesce d’aprile sulla strada. Di recente il brand ha ospitato un’installazione a tema diamante giallo nella sua sede di Beverly Hills, che ha coinvolto sia l’interno dello store sia l’affaccio sulla strada.

Il colore ufficiale è tornato sui canali di comunicazione il giorno seguente, ma il successo dello scherzo del pesce d’aprile è rimasto, suscitando una risposta virale online.

Tiffany ha temporaneamente rimodellato la sua sede di Rodeo Drive durante il fine settimana, con mobili gialli, infissi e, per la prima volta, una scatola e una borsa della spesa di Tiffany & Co. gialle. In loco sono stati anche allestiti un Yellow Diamond Café, con prelibatezze in tinta, una mostra di importanti diamanti gialli sfusi (incluso il pezzo da 128,5 carati) e cabine fotografiche per la prova virtuale delle gemme.

Insomma, un pop-up dal tono eccentrico ed esperienziale.

 

From blue to yellow – Tiffany & Co. has brought the April Fool’s theme to the road. The brand recently hosted a yellow diamond-themed installation in its Beverly Hills headquarters, which involved both the interior of the store and the view onto the street.

The official color returned to the media the following day, but the success of the April Fool’s joke remained, sparking a viral response online.

Tiffany temporarily remodeled its Rodeo Drive location over the weekend, with yellow furniture, fixtures and, for the first time, a yellow Tiffany & Co. box and shopping bag. A Yellow Diamond Café has also been set up on-site, featuring matching delicacies, an exhibition of prominent loose yellow diamonds (including the 128.5-carat piece) and photo booths for virtual gem testing.

In short, a pop-up with an eccentric and experiential tone.

A CASA DEL FUTURISTA

ARTE | GIACOMO BALLA

Per celebrare i 150 anni dalla nascita di Giacomo Balla, il MAXXI di Roma ha curato un programma di eventi espositivi, il cui perno è sicuramente l’apertura al pubblico (dal 26 maggio al fino al 24 ottobre) della casa romana dove l’artista visse con la sua famiglia e lavorò fino alla morte. L’iniziativa “Casa Balla. Dalla casa all’universo e ritorno” rappresenta un vero e proprio momento di sintesi rispetto alla figura e alla produzione dell’artista torinese. L’appartamento di via Oslavia, inondato di forme astratte e di colore, può essere considerato una sorta di opera d’arte totale e immersiva, ma anche condivisa, poiché alla sua caratterizzazione parteciparono attivamente anche le figlie Elica e Luce.

La produzione di Balla non necessita certo di un regesto in questa sede, ma ricordiamo che l’uso spregiudicato e audace del colore nelle sue opere ha segnato una vera a propria svolta nella cromatologia, anche in seno alle avanguardie coeve al Futurismo.

 

At the Futurist’s house – To celebrate the 150th anniversary of the birth of Giacomo Balla, the MAXXI in Rome has curated a program of exhibition events, the pivot of which is certainly the opening to the public (from May 26 to October 24) of the Roman house where the artist he lived with his family and worked until his death. The “Casa Balla. From home to the universe and back” represents a real moment of synthesis with respect to the figure and production of the Turin artist. The apartment in via Oslavia, flooded with abstract shapes and color, can be considered a sort of total and immersive work of art, but also shared, since its daughters Elica and Luce also actively participated in its characterization.

Balla’s production certainly does not need a register here, but we remember that the unscrupulous and daring use of color in his works marked a real turning point in chromatology, even within the avant-garde contemporaries of Futurism.